lunedì 3 gennaio 2022

SOLO COSE BELLE

Buon Anno Nuovo a chiunque verrà a sbirciare il mio blog negletto e, come ho scritto nel titolo del post volutamente in maiuscolo, a sottolineare la mia volontà di andare oltre e guardare avanti, accantonando le difficoltà e gli impedimenti degli ultimi tempi, che non mi hanno consentito di pensare ad altro se non alla contingenza.

E allora dov'ero rimasta?   Al mese di Settembre, con gli albori del mio amato autunno.    Ecco i colori ambrati della stagione che sento più mia.

       

   
I primi giorni di Ottobre ho potuto riabbracciare i miei cari amici veneti, Cristina e Mauro, che hanno soggiornato ad Assisi. Quale occasione migliore per stare insieme in quel luogo così speciale, che mi infonde serenità, calma e tranquillità.
   

 Il Santuario di San Damiano
 
L' Eremo delle Carceri

                                    
La Basilica di Santa Chiara
         

La splendida icona che vi mostro è frutto dell'opera di Mauro, me l'hanno donata i miei amici e non potete immaginare quanto sia bella dal vivo. Mauro ha coltivato questa sua grande passione, ha seguito dei corsi e studiato, diventando un vero maestro.
Appunto... solo cose belle!

Quest'anno si presumeva non avremmo raccolto le olive: la siccità estiva aveva bruciato tutti i fiori, ma qualcosa tuttavia sembrava ancora esserci. 


                                                                                           


Poi giorni e giorni di pioggia incessante e fango, insomma stavamo proprio per desistere: da ottobre si è arrivati a metà novembre e un po' d'olio l'abbiamo ricavato, almeno bastevole per uso domestico.                                                                                                                          
A metà dicembre ho fatto la terza dose del vaccino, senza effetti collaterali ma di nuovo si percepisce il senso di precarietà, di sottile pericolo palpabile che fa vivere proprio male. La somministrazione è avvenuta a Recanati e lungo la strada ho fissato al volo il profilo di Loreto, con il suo santuario.


Altra cosa bella: sono tornata a teatro! Dopo tanto, troppo tempo ma per ovvi motivi, che emozione respirare (attraverso la mascherina) quel profumo particolare che si avverte solo al teatro 
                            
                                                              
  

                                                         
E poi con le amiche di ricamo abbiamo fatto uno scambio di decorazioni per l'albero di Natale. Io però non ricamo da un anno (ahimè se mi manca). Così ho terminato il punto scritto ad una delle mie "opere" incompiute ed è andata in sorte a Patrizia, mentre da Mena ho ricevuto questo simpatico alberello di pannolenci.



Concludo nel cuore della notte, augurandovi una buona Epifania e nuovamente  SOLO COSE BELLE per l'anno che è appena iniziato. 
                                                                                       Susanna

domenica 19 settembre 2021

Prima che ...


Prima che questo cremoso caffè si raffreddi, prego accomodatevi e gustiamocelo insieme.     

Insomma, devo pur farmi perdonare e togliere le ragnatele dalle pagine del mio blog (prima che cada nell'oblio).

Colleziono anche tazzine, tra le altre cose e questa è un dono di mia figlia dalla splendida Sicilia.

Prima che termini questa estate, desidero mostrare qualche immagine presa "al volo".

Domitilla ha sofferto non poco la grande calura che ci ha accompagnati questi mesi, in effetti anche per me non è stato facile sopportare certe temperature. Mi mancavano le forze, ero abulica ed inconcludente.

Ma ecco che da qualche tempo, ogni tanto si aggira nei paraggi un ospite affatto gradito alla "padrona di casa" e spesso sono soffi, torvi e sinistri mugolii e liti all'ultimo graffio, per ribadire la sua indiscussa supremazia.




Prima che si trebbiasse il grano, avevamo preso qualche spiga: chicchi piccini e mietitura decisamente inferiore alle previsioni. Purtroppo la siccità ha colpito duramente i raccolti, anche l'uliveto ha sofferto molto a detrimento di una produzione che invece in primavera sembrava promettere molto bene, per qualità e quantità. Ma lo appureremo a fine ottobre, momento della raccolta delle olive. 


Ad inizio estate le ginestre erano fiorite rigogliose ed emanavano un profumo persistente. 
Tutta la stradina che porta a casa, era inondata di giallo.


Nel giardino occhieggiava qualche altro fiore.


E come sempre non sono mancate le mie adorate rose




Sono tornate farfalle in giardino e questa è un'ottima notizia. Mai tante come quest'anno!


Sono stata da mia madre molti giorni, poiché non era possibile che lei si trasferisse da me ed aveva bisogno di assistenza, dunque ho rivisto da lontano il mio mare.


Bene, in quest'ultima domenica d'estate, voglio lasciarvi con l'uva della mia pergola: sono decisamente pronta e desiderosa  di dare il benvenuto all'amato autunno.

                                             Susanna

martedì 24 agosto 2021

Non ci sono parole

Eccomi dopo quasi tre mesi di assenza. Ho avuto molte cose da fare, qualche problema da affrontare e non ho finito ma desidero farvi sapere che ci sono ancora e mi sto organizzando per riprendere a scrivere e a leggere i vostri blog.

Non posso ignorare quello che avviene in Afghanistan. E' terribile e non ci sono parole per raccontare, comprendere e neanche lontanamente tentare di giustificare tutto quello che si sta inesorabilmente compiendo sotto ai nostri occhi.

Pubblico qui, ripresi dal web,  alcuni graffiti di Shamsia Hassani, artista afghana nata in Iran e professoressa di Scultura all'Università di Kabul. 










E' stato chiesto di diffondere queste opere il più possibile, perché si dia voce in qualsiasi modo, a ciò di terribile che sta accadendo.

Nel mio piccolo lo faccio volentieri. 

E sono certa che tornerò quanto prima, nel frattempo vengo a farvi visita nei vostri blog .

                                                                        Susanna


domenica 23 maggio 2021

Giorni di Maggio

E Maggio procede come sempre. Quasi tutti i giorni si passa dal sole al cielo foriero di maltempo, ogni tanto piove e a volte dal caldo umido devo provvedere alle innaffiature dei pochi vasi fioriti che ho intorno.


Nell'orto si è affacciato qualche carciofo assai spinoso, ma in realtà avevamo messo poche piante, mentre ancora utilizzo bene in cucina i peperoncini essiccati, della scorsa estate



E' pronto il sapone che abbiamo fatto con il nostro olio, ha un profumo delicatissimo e lascia la pelle molto morbida, ovviamente non fa affatto schiuma.                                                                                        Ho raccolto tutti i fiori di sambuco trovati in giardino e messi a seccare, penso di utilizzarli anche per questa ricetta della panna cotta che potrete trovare nel blog di Simona Pensieri e Pasticci, insieme ad altre intriganti,  sempre con il sambuco. 

                                 
Ed è tempo di fare qualche conserva. Non manca l'appuntamento annuale con i carciofini sott'olio, teneri, profumati all'aceto, sono davvero così buoni da consumare durante il prossimo inverno (ammesso che riesca a preservarne qualche barattolino, fino ad allora).

                     

Nel pomeriggio ho fatto invece la gelatina di melagrana, dolce e leggermente acidula, mi piace su una fetta di pane bruscato o per accompagnare i formaggi


Ricordate il nido nell'intercapedine della finestra? Ebbene le piccole uova sono diventate sei e sono riuscita a cogliere la mamma mentre covava.

                           
                       

Sono nati i pulcini della cinciallegra, non sono riuscita a vederli tutti ma spero proprio che siano sei. E con quei beccucci spalancati, la mamma non fa che correre per portar loro cibo.

           
Ecco quella birbante di Domitilla, attratta dalla tastiera della pianola. Piuttosto è una malandrina, non posso perdonarla per quello che è riuscita a fare qualche giorno fa. 

Ha catturato ed ucciso un povero scoiattolino meraviglioso. 
Non ha contenuto il suo istinto felino e probabilmente lo ha scambiato per un topo dalla bella coda fluente. 

Cielo se l'ho odiata davvero.

Ma lei è la padrona assoluta del territorio: tiene tutto sotto controllo, esce dai cancelli e va a zonzo ben lontano da casa.

Impossibile sorvegliarla.

E poi, quando la sera si accoccola sul divano e fa le fusa, come non farle una carezza?


L'altro pomeriggio ho finalmente potuto fare la prima dose di vaccino, per la mia storia clinica hanno stabilito il Pfizer, fortunatamente non ho avuto alcun effetto collaterale, appena un lieve indolenzimento nel punto dell'iniezione. 
Nulla a che vedere con il dolore alla spalla che non si è ancora attenuato. Ma sono davvero sollevata all'idea di averlo fatto.
Buonanotte e buona domenica e buon proseguimento di Maggio a voi che verrete a farmi visita
                                              Susanna