venerdì 10 agosto 2012

... io lo so perchè tanto di stelle...

X Agosto
San Lorenzo, io lo so perchè tanto
di stelle per l'aria tranquilla
arde e cade, perchè sì gran pianto nel concavo cielo favilla...
...................
(Giovanni Pascoli)

Ecco già il 10 di Agosto. Come non andare con la memoria alla fatidica poesia del Pascoli?
Ci siamo, anche questa notte tutti a naso in sù ad ammirare il cielo stellato, che si potrà godere appieno, in tutto il suo splendore, data l'assenza (ahimè) di benefiche nuvole di pioggia.

Ed ognuno avrà i suoi desideri da esprimere infantilmente, per la serie "Non ci credo ma..." non appena un frammento infuocato solcherà la volta celeste.
Così è anche occasione per starsene placidamente sdraiati all'aperto, prendere un pò di fresco, fare due chiacchere con chi ci sta vicino o rimanere assorti nei propri pensieri.

Preferisco l'ultima ipotesi, da brava misantropa.

Perdermi nella contemplazione delle stelle mi dà sempre l'illusione di essere più vicina soprattutto al mio amato padre ma anche a tutti i miei cari che ormai sono altro. 
Ben conscia che si tratti di utopico vagheggiamento, mi abbandono alla fantasia lasciandomi coccolare da queste chimere e per un pò si placa anche la mia  eterna irrequietezza.  

Pietranera - Foto gentilmente concessa da Miss Fletcher

La notte poi ci si dimentica della calura insopportabile patita durante il giorno.
Certo, solo ad Agosto si possono ammirare scorci splendidi come questi che vedete nelle foto gentilmente concessemi dall'autrice, Miss Fletcher ed è innegabile che proprio queste siano le note positive della presente stagione che, ormai sapete, non prediligo.

Pietranera - Foto di Miss Fletcher

Però ho con gran piacere conservate nel cuore le immagini agresti di lontane estati in campagna, con mia nonna e le sue sorelle, i miei fratellini e tutti i cuginetti ed hanno un sapore dolcemente nostalgico, davvero di un tempo che fu e che significava infanzia, irresponsabile spensieratezza, gioia di vivere.
Fantastiche merende con pane e burro e zucchero o genuine marmellate fatte in casa, le corse dietro alle farfalle, ore a leggere su ispidi materassi di lana di una volta, le ginocchia eternamente sanguinanti per  i giochi all'aperto e non proprio da fanciulla..... Basta con i ricordi. o diventerò leziosa.

Allora, tornando alle "stelle che stanno a guardare", stasera invece le ammireremo noi.
E vi saluto con l' augurio che qualsiasi vostro desiderio, anche il più recondito, possa essere esaudito alla vista della prima scia luminosa

Buona notte di San Lorenzo
                                              Susanna

26 commenti:

  1. Ah, tesoro! Intanto grazie per aver scelto le mie foto per questa notte di San Lorenzo!
    Che buono pane, burro e zucchero, domattina a colazione farò uno strappo alla regola e mi concederò questa delizia.
    Ah, io adoro guardare il cielo ed esprimere il desiderio, lo faccio da sempre...non ho mai smesso!
    E qui, dove mi trovo, se ne vedono proprio tante...farò come sempre, sdraiata per terra a guardar le stelle!
    Un bacino tesoro, buone stelle!

    RispondiElimina
  2. sempre col naso in sù a scrutare il cielo scuro... sono tra quelli che... non ci credo ma non si sa mai!
    bacibaci
    Annamaria

    RispondiElimina
  3. Anche io sto per andare a casa di mio fratello, dove in terrazza ce ne staremo con il naso all'insù. Ci vorrebbe proprio una bella stella cadente che avveri i nostri sogni!|
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Qui al mare purtroppo é nuvoloso e mi sà che le stelle si vedranno poco :((( Saluta le piú belle anche x me ;) un baciotto ! Barbara

    RispondiElimina
  5. Mi ripeto, ma è sempre un piacere leggerti.. In quanto alle stelle cadenti, io non ne ho mai vista una d'estate, nemmeno a san Lorenzo purtroppo, però d'inverno mi è capitato ed è fantastico perchè sembra magia e in quel momento i pensieri volano lontani.. Nostalgia di tempi remoti ma che sono stati speciali e solo nostri.. Assorta, piacevolmente assorta direi.. Un abbraccio Cinzia

    RispondiElimina
  6. Buonasera carissima.
    Anch'io ho studiato a memoria questa poesia...davvero molto bella!
    Mi piacevano molto queste poesie e a risentirle mi par di tornare bambina!
    Un abbraccio cara, *Maristella*.

    RispondiElimina
  7. Che tutti i tuoi desideri possano avverarsi, cara Susy
    Anto

    RispondiElimina
  8. Penso spesso che il guardare le stelle mi faccia avvicinare al mio papà che manca da ottobre...proprio lo scorso agosto avevo cercato le stelle per lui, ma non è andata come la leggenda narra...percio condivido il tuo pensiero...bello stare con il naso all'insù semplicemente per poter osservare ed ammirare il cielo.
    Debora

    RispondiElimina
  9. Molto bella la poesia.
    Si guardare le stelle avvicina molto alle persone che ci sono venute a mancare...tipo il mio papa'.
    Per fortuna io ho in piccolo Lorenzo che in casa....birichino ma a cui voglio tanto bene.
    un abbraccio Susi per tante cose belle

    RispondiElimina
  10. A Roma c'è troppa luce, ed o purtroppo non sono riuscita a vedere nessuna stella.
    Spero che ne avrai viste molte e che la loro piccola magia esaudisca i tuoi desideri.
    Io ci credo :))!!

    I covoni del grano... che nostalgia. Scorrazzavo tra i campi con la mia bici... e che buono il pane che dici tu!! Mia madre ce lo faceva un pò bagnato, con olio e zucchero. Era buonissimo anche così, raramente ci metteva il burro, giusto qualche volta in inverno. E il pane ricotta e miele, o appena bagnato con acqua fredda e cosparso di pomodoro, un filino di olio e un pizzichino di sale? :P
    Mi piace moltissimo quando racconti i tuoi ricordi, e non sei leziosa per niente. Tu giocavi a bilie (non li chiamavano "bollini")? E poi nascondino, il tamburello, la caccia alle lucertole sugli alberi (ma non le prendevamo, le guardavamo e basta), le corse in bici, le sfide "con la fionda" (pazzi!!C'era da cavarsi un occhio!!).
    Bellissimo post cara Susy, come sempre, che ci riporta a ricordi lontani e a valori importanti.

    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  11. Vale anche per l'11 agosto guardare le stelle cadenti?
    Boh?
    Ma io stasera ci provo, chissà che quelle che non ho visto ieri non le veda stasera?
    Un abbraccio...
    Loredana

    RispondiElimina
  12. Come sono anche mie le tue parole del post...condividiamo ricordi simili sai? Che bella spensierata gioventù, che presto fugge e la vita colora...Grazie per il salto nel passato che mi hai fatto fare!Magu.

    RispondiElimina
  13. Ciao Susanna! Anche quest'anno ci ho provato ma...di stelle cadenti nemmeno l'ombra! Peccato, ma il tuo post è talmente bello e carico di ricordi che compensa la delusione!!
    Un abbraccio,
    Claudia

    RispondiElimina
  14. purtroppo c'erano le nuvole:o(( avrei tanto visto volentieri una stella cadente....

    RispondiElimina
  15. ...ma dimmi un pò.... hai visto qualche bella stella cadente ieri?
    Io no... peccato!
    Però mi ricordo la notte del 10 agosto '98 che scrutando il cielo l'ho vista la mia stella, ho desiderato e sono stata esaudita: dopo qualche mese è nato il mio bimbo sano e bello! Anche io non credo a queste cose.... ma....
    Un abbraccio
    Dona
    p.s. sai che la mia nonna mi preparava sempre pane burro e zucchero? Che bei ricordi......

    RispondiElimina
  16. ma che bel post Susa! bacio Maria

    RispondiElimina
  17. E' vero. Guardare il cielo limpido e stellato mi fa sempre venire in mente Simba e la rupe dei re, l' Africa, il ciclo della vita. E il cuore luminoso di mia mia mamma che aveva sempre una parola e un gesto buono per noi e tanta, tantissima altra gente. E piango. Perchè mi manca e perchè mi ha fatto vedere chiaro e palese il sentiero per raggiungere la felicità. Sentiero che io non so decidermi a imboccare.

    RispondiElimina
  18. ciao cara Susanna che bello questo post!!! lo sai io quest'anno mi sono completamente dimenticata di alzare lo sguardo verso il cielo per intercettare un piccolo frammento di cielo!!!
    eppure di desideri da realizzare ne avrei cosi' tanti!!! ma sai qual e' il segreto? accontentarsi di cio' che si ha!!!
    ti auguro sinceramente tutto cio' che desideri dalla vita!!!
    ciao cara amica!!!
    Bruna

    RispondiElimina
  19. oddio mi sono dimenticata della notte di S. Lorenzo, che sbadata!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. Spero che tu ne abbia viste tante e che tutti i tuoi desideri si avverino...
    Un bacione
    Bruna

    RispondiElimina
  21. le tue foto sono semplicemente meravigliose e mi ricordano tanto la mia infanzia!!!!! Purtroppo nonostante la concentranzione non sono riuscita a vedere nessuna stella e di conseguenza nessun desiderio ma sono già fortunata così per cui il mio desiderio lo cedo volentieri a chi a meno di me!!! Baci e buon ferragosto

    RispondiElimina
  22. Niente stelle e niente desideri! Anch'io sono in attesa che passi questo insopportabile caldo, non se ne può più, un'estate pesantissima.....
    Mi sa che i ricordi di una casa di campagna affollata di bambini e nonni sono molto comuni e sembrano unirci tutte.... io ricordo la raccolta delle amarene e la conseguente produzione di "amarenata" , uno sciroppo che, allungato con un poco di acqua fredda al momento opportuno, dava refrigerio a tutti....... quanto mi piaceva!!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. non ci credo che si avvera il desiderio, eppure, ogni volta, l'esprimo lo stesso

    RispondiElimina
  24. io ho oggi solo per l'orizzonte, dal quale spero di veder giungere l'autunno...
    Bisou amica mia!

    RispondiElimina
  25. Ciao carissima!!!! Non disperare! n giorno ti sentirai pronta e proverai anche tu "l'ebrezza" di realizzare una borsina! Abracci!

    RispondiElimina

La tua visita mi ha fatto davvero piacere!